Cancel Preloader
 Ma la tua RCA, è tradizionale oppure completa ?

Ma la tua RCA, è tradizionale oppure completa ?

 

In TV, in radio perfino mentre si fa la fila al supermercato.

Per non parlare sui vari social, l’argomento più gettonato è sempre lo stesso “risparmiare sulla polizza auto”… chi lo chiama sconto, chi voucher, chi rimborso.

Basta, non se ne può più !

Come se fosse poi, l’unica spesa familiare da contenere, considerata quasi un balzello inutile e ingiustificato: NON E’ COSI’!

Ma per capire meglio, vi racconto attimi di vita reale riguardanti due completi estranei, dei quali modifico soltanto i nomi.

Filippo, 43 anni, era un insegnante di scuola media: tutte le mattine, con la sua amica a quattro ruote, percorreva i 30 km che lo distanziavano dalla scuola dove insegnava.

Giuseppe, invece, era un giovane sottufficiale della marina militare. Al rientro dal turno di notte, percorreva sempre lo stesso tragitto di Filippo, più o meno alla stessa ora.

Quella mattina la macchina di Filippo andò in panne e con non poca difficoltà riuscì ad adagiarla sulla destra della carreggiata. Quando aprì il suo sportello per scendere dall’auto ed andare a posizionare il triangolo di emergenza, sopraggiunse Giuseppe che, ahimè, non riuscì ad evitare l’impatto fatale…

A distanza di un paio di anni circa, ricevetti una telefonata da un’amica avvocato che mi chiedeva cosa diavolo fosse la rivalsa per guida in stato di ebrezza. Una nota compagnia telefonica la richiedeva al militare.

Venne fuori che Giuseppe quella maledetta mattina, a causa di una fastidiosissima lombalgia, aveva assunto forse un antinfiammatorio di troppo, pagato caro nel controllo di routine al quale risultò non idoneo alla guida. I 750.000 euro che l’assicurazione aveva devoluto alla famiglia del povero Filippo, venivano richiesti a Giuseppe.

Il militare aveva rinnovato la sua RCA solo qualche giorno prima e, nella scia mediatica del risparmio ad ogni costo, non si era avveduto che quella polizza che orgogliosamente aveva stipulato via web, fosse priva di rinuncia alle rivalse.

Era riuscito a risparmiare il costo di una pizza e birra, senza conoscere realmente quali e quante rinunce dovesse far affrontare alla sua famiglia vista l’entità del risarcimento.

Quindi cari amici, se pensate che sia facile e figo mandare al diavolo il vostro assicuratore che puntualmente ad ogni rinnovo annuale si fa in quattro per spiegarvi come funzionano certe cose, oppure se disinteressati ritenete di avere cose più importanti da fare o da acquistare ( magari l’ultimo modello di cellulare superaccessoriato, che tanto vi piace ) sappiate che tutto ciò l’ho visto con i miei occhi in qualche anno di attività.

Le polizze, anche quelle più diffuse come la rca, si stipulano con l’ausilio di consulenti, perché nascondono mille inside e mille opportunità…come ad esempio, essere risarciti anche in caso di torto. Ma di questo ne parleremo un’altra volta.

Per qualsiasi chiarimento o domanda sono disponibile anche via Skype, in modo assolutamente gratuito.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.